A margine dei meridiani

A margine dei meridiani.

“C’era qualcosa che Simenon cercava quasi ossessivamente, nei suoi viaggi. Storie, atmosfere, personaggi lontani da lui, certo. Ma non solo. E forse a metà del suo giro del mondo, nel 1935, quel qualcosa – il segreto per passare dalla magnifica narrativa in bianco e nero dei primi anni a quella che sarebbe venuta dopo, in cui il colore avrebbe finito per prevalere – lo trovò dove nemmeno lui avrebbe creduto: negli orizzonti perduti di quelli che ancora si chiamavano mari del Sud. Di cui questi testi, e queste fotografie, raccontano tutto l’incanto, e la malattia.”

Traduzione di Giuseppe Girimonti Greco e Francesca Scala.
Con una Nota di Matteo Codignola.

A margine dei meridiani


 

A margine dei meridianiultima modifica: 2022-02-02T00:54:58+01:00da albatros-331