Parigi Ritz Hotel, Place Vendôme

Parigi Ritz Hotel, Place Vendôme.

Parigi Ritz Hotel, Place Vendôme

Parigi Ritz Hotel, Place Vendôme

Parigi Ritz Hotel, Place Vendôme, asta e mostra in aprile.

Parigi Riz Hotel, Place Vendôme: appuntamento ad aprile nei locali di Artcurial, la nota casa d’aste che ha sede sugli  Champs-Élysées al numero 7 di rond-point. Nei cinque giorni che vanno da martedì 17 a sabato 21 aprile verranno  posti all’incanto ben 3406 oggetti appartenuti al mitico Hotel Ritz e non più collocati al suo interno dopo le importanti opere di ristrutturazione intervenute tra il 2012 e il 2016.


L’asta vera e propria sarà preceduta, e questo per molti può essere una bella occasione, da una mostra esposizione aperta al pubblico dalle ore 11 alle 19, nei giorni dal 12 al 15 aprile prossimo. Lunedì 16 aprile, ultimo giorno prima dell’apertura dell’asta, sarà ancora possibile visitarla, ma solo su appuntamento.

Quadri, sgabelli, lampadari e tendaggi; persino accessori delle stanze da bagno. Tutte cose viste, toccate e su cui forse hanno posto mani, piedi e  nobili sederini personaggi del calibro di  Francis Scott FitzgeraldMarcel Proust, re Edoardo VII d’Inghilterra, Rodolfo ValentinoCharlie ChaplinGreta Garbo, la mitica Coco Chanel, che dell’Hotel della Place Vendôme fece la sua dimora per più di trent’anni e dove morì il 10 gennaio 1971.

Parigi Ritz Hotel, Place Vendôme, completamente rinnovato.

Cambiano i tempi, i gusti e le mode. Parigi rimane sempre la stessa, ma per farlo, per continuare ad alimentare il suo mito, deve continuamente rinnovarsi.
Il rinnovamento di una città come Parigi passa necessariamente dai simboli della sua storia e l’Hotel Ritz di Place Vendôme 15 è sicuramente uno di questi.
La residenza privata del duca di Gramont che Cesar Riz ebbe l’idea di trasformare nell’Hotel Ritz Paris, inaugurato il primo giugno 1898, e divenuto subito il simbolo stesso di quell’arte di vivere tipicamente parigina, non poteva sfuggire a questa logica stringente.
Per continuare ad essere un mito, il gioiello di place Vendôme aveva bisogno di un forte rinnovamento. Anche perché, oggi, c’è un traguardo cui strutture di questo livello sono quasi obbligate a raggiungere: entrare nella nuova categoria “Palace” istituita di recente dal governo francese nel tentativo di contrastare la crescente qualità dei super cinque stelle asiatici.
La nomina “Palace” è stata creata nel novembre 2010 per valorizzare l’accoglienza alberghiera d’eccezione in Francia. E permette di distinguere tra i 5 stelle, gli hotel con una posizione geografica unica, interesse storico, servizi su misura e di altissimo livello.
La categoria Palace è divenuto così un autentico ed esclusivo club in cui non è sicuramente facile essere accolti.
Vi si accede  dopo una prima fase d’istruzione del dossier condotta da Atout France (agenzia di sviluppo turistico francese) e una seconda fase durante la quale la struttura recettiva è messa sotto osservazione (il ché include varie visite e prove dell’Hotel) da parte di una commissione di personalità del mondo delle lettere, delle arti, della cultura, dei media e degli affari, nominati dal ministro incaricato del turismo.  La nomina Palace viene attribuita per una durata di 5 anni ed in seguito deve essere riconfermata.
Le strutture alberghiere devono essere in grado di garantire stanze più grandi, area benessere super, personale formato e allenato alle lingue straniere, servizio in camera h 24 sette giorni su 7, internet wi fi in tutta la struttura, tv con schermo piatto e, quasi inutile dirlo, essere ospitati in un edificio di grande pregio. In tutto sono circa 230 i  parametri qualitativi richiesti. Naturalmente si tratta di Hotel dedicati e destinati ad un pubblico di turisti e viaggiatori in grado di sborsare cifre da 1000 euro e più per notte e non dubitiamo che la spesa sia più che ampiamente giustificata, come spesso ci ricorda Simenon nei suoi romanzi, dall’impagabile piacere di muoversi in un mondo appositamente costruito a propria misura e fra gente che si riconosce come pari.
Così ai 60 Hotel francesi a cinque stelle, già assolutamente favolosi, si sono aggiunti, mano a mano, le nuove perle dell’accoglienza extra lusso. Ad oggi se contano ben 23 in tutta la Francia e di questi 10 sono a Parigi. Ma nonostante i 450 milioni di dollari che è costata la sua ristrutturazione lo storico Hotel Ritz di Place Vendôme non figura ancora nel prestigioso elenco:
  1. Hôtel du Palais – Biarritz
  2. Hôtel Les Airelles – Courchevel
  3. Hôtel Le Cheval Blanc – Courchevel
  4. Hôtel Le K2 – Courchevel
  5. Hôtel Le Royal Évian – Évian-les-Bains
  6. Hôtel La Bastide de Gordes – Gordes
  7. Hôtel Les Sources de Caudalie – Martillac
  8. Hôtel Four Seasons George V – Paris
  9. Hôtel Le Bristol – Paris
  10. Hôtel Le Mandarin Oriental – Paris
  11. Hôtel Le Meurice – Paris
  12. Hôtel Le Park Hyatt Paris Vendôme – Paris
  13. Hôtel Le Plaza Athénée – Paris
  14. Hôtel Le Royal Monceau – Raffles Paris – Paris
  15. Hôtel Le Shangri-La – Paris
  16. Hôtel Le Peninsula – Paris
  17. Hôtel La Réserve Paris – Paris-Classificato alla 18.ma posizione tra i 25 Hotel migliori al mondo.
  18. L’hôtel La Réserve – Ramatuelle
  19. Hôtel Le Grand-Hôtel du Cap-Ferrat – Saint-Jean-Cap-Ferrat
  20. Hôtel Le Cap Eden Roc – Antibes
  21. Hôtel Le Byblos – Saint-Tropez
  22. Le Château de la Messardière – Saint-Tropez
  23. Hôtel Le Cheval Blanc Saint-Barth Isle de France – Saint-Barthélemy

Parigi Ritz Hotel, Place Vendôme.

Lo sforzo economico e progettuale che il miliardario egiziano Mohammed Al-Fayed, proprietario dell’Hotel Ritz dal 1979, ha messo in campo per non restare escluso dalla categoria Palace è stato notevole, a causa delle impegnative e modernissime caratteristiche richieste dallo standard imposto alle strutture per ottenerla.
Dopo quattro anni di chiusura sono stati completamente rinnovati i 26.000 metri quadrati che lo compongono.
L’Hotel ha riaperto i battenti, ufficialmente,  nel 2016, dopo alcuni ritardi e un drammatico incendio e, al momento dell’inaugurazione, un intero piano era ancora ben lungi dall’essere terminato.
Oggi il mitico indirizzo di Place Vendôme , al posto delle precedenti 159 camere, vanta 71 suites e 71 camere, con superfici variabili da un minimo di 35 metri quadrati, per una “superior room“, ad un massimo di 218 per la “suite impériale“.
Inoltre la struttura si è arricchita della nuova Coco Chanel SPA, di un salone dedicato ai grandi eventi, situato al piano interrato e dell’elegante Salon Proust, dedicato all’afternoon tea.
Tra le novità anche tante conferme, come la piscina riscaldata da 18 metri per 9, che ritroviamo intatta, ma impreziosita da 800.000 tessere di mosaico e, naturalmente, il Bar Emingway che rimane il migliore indirizzo in città per bere un cocktail d’autore, grazie al Head Barman Colin Peter Field.
Tutto questo non è stato ancora sufficiente a conquistare all’Hotel l’ambita ammissione nella rosa degli alberghi più prestigiosi di Francia, ma certamente la partita rimane aperta e non ci stupiremmo di vedere finalmente realizzato questo traguardo nei prossimi anni.

Parigi Ritz Hotel, Place Vendôme Rififi alla francese.

Intanto la storia del prestigioso Hotel continua ad arricchirsi di episodi al limite della leggenda, anche se non sempre gradevoli per proprietari, clienti e personale addetto. Proprio nei primi giorni del gennaio di quest’anno lo storico albergo a cinque stelle è stato testimone e vittima di una rapina degna dei migliori film d’azione del classico cinema francese.
Cinque uomini armati di pistole e fucili hanno fatto irruzione nell’albergo dall’entrata posteriore di rue Cambon e, dopo aver sfondato con delle mazze le vetrine della gioielleria che si trova all’interno della struttura, hanno razziato gioielli per un valore di quasi cinque milioni di euro.
Tre dei banditi, bloccati all’interno dai sistemi di sicurezza dell’Hotel, sono stati catturati immediatamente dalle forze di polizia presenti nella piazza, mentre i due, che erano rimasti all’esterno sulla rue Cambon, ricevuti i gioielli che i compagni hanno gettato loro da una finestra, sono riusciti a fuggire facendo inizialmente perdere le loro tracce, ma perdendo per strada parte del bottino. La Place  Vendôme è nota per essere sede di alcune delle più prestigiose gioiellerie del mondo, oltre che del Ministero della Giustizia francese, e alcune rapine altrettanto violente avvenute negli anni scorsi hanno prodotto un rafforzamento della presenza delle forze dell’ordine già a partire dal 2014.
Particolarmente temerario quindi il tentativo di questi malviventi che, nonostante tutto, hanno voluto ugualmente sfidare la sorte fidando forse nella loro determinazione e nel fattore sorpresa. L’azzardo è riuscito loro solo in parte; i colleghi del commissario Maigret ne hanno assicurati tre alla giustizia e recuperato buona parte del bottino.
Chissà se gli arrestati, dopo una lunga notte di estenuanti interrogatori, come quelli cui ci ha abituato il nostro commissario preferito, hanno finito per confessare. Fra birre, panini e il fumo di pipe e sigarette, qualcuno potrebbe non aver retto alla pressione incalzante degli agenti incaricati di torchiarli. Se così fosse stato anche per gli altri due si saranno aperte le porte del carcere. La cronaca non lo riporta, si limita a comunicare che nei giorni successivi tutta la refurtiva è stata recuperata, insieme all’auto servita per la fuga, ritrovata a 20 chilometri a nord di Parigi nel dipartimento della Val d’Oise. Noi altro sull’episodio non sappiamo. Così come nulla sappiamo della storia personale di questi uomini temerari e spietati. Questa è vita reale, purtroppo, non un romanzo di Maigret.
In realtà nei romanzi Maigret di Georges Simenon non vi sono episodi il cui svolgimento avvenga negli ambienti dell’Hotel Ritz di Parigi. Lo scrittore belga preferisce ambientare le sue vicende al George V, sito sull’omonima Avenue, o all’Hotel Majestic che in realtà rappresenta, con un nome diverso, l’allora famosissimo Hotel Claridge al 74 di Avenue des Champs Élysées.
Specifici riferimenti al Ritz di Parigi li troviamo in “Maigret viaggia” e in “Maigret e il caso Nahour”, ma sono solo citazioni rapide e del tutto ininfluenti sulla trama del racconto.
Insomma l’Hotel Ritz pur essendo così importante e magnifico non riesce proprio ad ottenerli i riconoscimenti più significativi!

Parigi Ritz Hotel, Place Vendômeultima modifica: 2018-03-19T18:18:16+01:00da albatros-331
Reposta per primo quest’articolo