Mauro Covacich il romanzo Colpo di lama

Mauro Covacich sulla Nave di Teseo.

Colpo di Lama di Mauro Covacich per i tipi della Nave di Teseo.

Colpo di Lama di Mauro Covacich per i tipi della Nave di Teseo.

Colpo di Lama di Mauro Covacich.

L’architetto Fabbretto non ha mai progettato né costruito nulla, ma si è creato una carriera nella politica locale come amministratore del comune di Pordenone. Proprio nella veste di assessore alle politiche sociali viene avvicinato da due volontari dell’associazione Vitaviva per avviare un progetto all’avanguardia per il riciclo dei rifiuti, affidato all’ex detenuto Achille Orante, detto Lama per la sua pericolosità. Attratto dalla volontaria Alessandra, Fabbretto accetta, ma si trova presto a fare i conti con le bugie della donna, con l’inaffidabilità di Achille, con la sofferenza per il proprio amore non corrisposto. Finché sarà costretto a scegliere, inevitabilmente, tra il bene e il male. Un noir ambientato nel nord-est, un ritratto spietato della provincia italiana e insieme una intensa storia di amore, politica, gelosia. La confessione di un uomo in lotta con i suoi fantasmi, e del suo imprevedibile riscatto.

Colpo di lama

Lo scrittore Mauro Covacich.

Lo scrittore Mauro Covacich

Lo scrittore Mauro Covacich.

Mauro Covacich, figlio del confine orientale, è uno scrittore italiano nato a Trieste nel 1965.

Studia filosofia nella sua città e si laurea nel 1990 con una tesi su Gilles Deleuze.

Mauro Covacich arriva a Pordenone in quello stesso 1990 per svolgervi il servizio civile presso il locale Dipartimento di Salute Mentale, dove si trova a collaborare con Francesco Stoppa, analista membro della Scuola di psicoanalisi dei Forum del Campo lacaniano e docente presso alcuni istituti di formazione alla psicoterapia. Da questa esperienza, Mauro Covacich, ricava materiale per il suo primo libro, Storia di pazzi e di normali (Theoria, 1993).

Lo scrittore si trasferisce nella città di Pordenone, insegna e continua a produrre saggi e romanzi. Collabora con Il Corriere della Sera, con la RAI ed altre testate giornalistiche.

Dei tanti romanzi pubblicati dallo scrittore triestino (diciassette ad oggi), forse, il più noto al grande pubblico è A nome tuo, dal quale sono stati ricavati un’omonima pièce teatrale di Cinzia Spanò, andata in scena al Teatro PimOff di Milano, e il film di Valeria Golino Miele (2013), presentato con successo al festival di Cannes.

Dal 2017 pubblica per i tipi de La Nave di Teseo.

Tutti i libri di Mauro Covacich

A questa nuova edizione di Colpo di lamaCorrado Premuda dedica questo articolo sul Piccolo di Trieste il 20 settembre 2020:

Era il 1995 quando arrivava nelle librerie, per la prima volta, “Colpo di lama” edito da Neri Pozza. Mauro Covacich aveva già scritto un libro due anni prima, “Storia di pazzi e di normali. La follia in una città di provincia”, nato dalla sua esperienza al Dipartimento di Salute Mentale di Pordenone in cui aveva svolto il servizio civile. Un resoconto sul lavoro nel consultorio che raccontava con crudezza e passione la condizione di tante persone, invisibili per la maggioranza della società, ma protagoniste di un mondo forse sgradevole ma pulsante di umanità. Con “Colpo di lama” lo scrittore triestino firmava il suo primo romanzo. Una storia dalla trama robusta, costruita con perizia e astuzia, un noir avvincente e complesso che anticipava alcuni dei temi che sarebbero diventati importanti nella successiva, ricca produzione di Covacich. Leggi tutto…

Colpo di lama


Vuoi aiutare il blog a crescere? Leggi qui come fare!


 

Mauro Covacich il romanzo Colpo di lamaultima modifica: 2021-07-25T03:52:47+02:00da albatros-331
Reposta per primo quest’articolo