Distillati e liquori francesi

Distillati e liquori francesi, il fascino discreto di un'arte antica.

Distillati e liquori francesi, il fascino discreto di un’arte antica.

Distillati e Liquori francesi.

Molti distillati e liquori prodotti in francia sono famosi in tutto il mondo. Una tradizione antica di secoli, fatta di lavoro e passione per la terra, ha costruito questo innegabile successo imprenditoriale, ma ancora più, culturale.

La Francia è da molti secoli terra d’elezione per la coltivazione della vite e, di conseguenza, per la produzione di vini. Alcuni di questi vini sono tra i più famosi del mondo.

Anzi: i più famosi del mondo!

Alcuni altri non avrebbero lasciato il minimo ricordo nella storia del vino, se qualcuno lungimirante non avesse capito che andavano particolarmente bene per essere avviati alla distillazione e non avesse affinato quest’arte nel corso dei secoli.

Distillati e liquori francesi.

Distillati e liquori francesi è una sezione del blog dedicata proprio a questi meravigliosi ed antichi prodotti dell’arte di distillare. Ai prodotti, certo, ma anche agli uomini che, con duro lavoro e grande passione, hanno saputo ottenere dai frutti della terra un risultato tanto favoloso da sembrare incredibile.

Perché quando parliamo di distillazione, parliamo di un prodotto che spesso raggiunge livelli di qualità così elevati, che è assolutamente un peccato debba essere semplicemente “bevuto”.

Il distillato deve essere soprattutto gustato, annusato, capito.

Certo in queste pagine non troverai tutto quello che servirebbe per avvicinarsi in modo consapevole ed intelligente al mondo dei distillati, ma, sicuramente, troverai molto, e spero sempre di più.

In particolare sui tre magnifici prodotti di punta della distilleria francese:

Cognac

Armagnac

Calvados

e su tanti altri liquori e distillati, noti e meno noti, che fanno della Francia la patria del bere di qualità.

 

Distillati e Liquori da collezione.

Sei un appassionato collezionista? Bravo! I distillati e i liquori di qualità rappresentano un interessante investimento per un collezionista. Uno degli investimenti più interessanti sono proprio i liquori da collezione. Questo perché si rivelano adatti a molte tasche; molto prestigiosi, poco ingombranti dal punto di vista dello spazio e soprattutto molto remunerativi anche su tempi abbastanza brevi. A parità di investimento iniziale sono pochi i settori che offrono uguali livelli di remunerazione.

 

La piattaforma Ebay offre molte opportunità in questo settore:

Sei un collezionista? Visita questa vetrina on-line

Altrettante opportunità le offre la prestigiosa piattaforma Catawiki dove esperti del settore propongono oggetti anche di grande valore.

Un buon collezionista deve, però, conoscere a fondo la storia e i segreti dei prodotti che ama ed a cui vuole dedicarsi. Nessuna collezione può essere omnicomprensiva. Molto meglio specializzarsi su un tipo di oggetto, un periodo, una specifica qualità o uno specifico produttore.

È necessario acquisire almeno un minimo di formazione iniziale e, questo, solo i libri possono aiutarci ad ottenerlo!

Al link che vedi qui sotto ecco una selezione di testi che possono risultare molto utili.

Tutti i segreti dei grandi distillati e liquori del mondo

Distillati e liquori francesi.

Distillati e liquori francesi. Una tradizione antica che in terra di Francia ha raggiunto il più alto livello di qualità. Alcuni di questi prodotti alcolici, in particolare quelli ottenuti dalla distillazione del vino, sono da tempo famosi in tutto il mondo e sono considerati ormai il simbolo, non solo della Francia, ma della stessa cultura del bere europeo ed occidentale.

Mi riferisco ovviamente alle acquaviti prodotte nelle regioni francesi di Cognac ed Armagnac, che sono anche le zone di produzione degli omonimi liquori. Alcuni di essi sono considerati i migliori al mondo. Naturalmente questa notorietà non viene dal caso o dal capriccio: nasce da un’antica tradizione di lavoro. Un lavoro caratterizzato da tanta cura, pazienza ed attenzione al prodotto. Non a caso quelle di Armagnac sono considerate le più antiche acquaviti al mondo e la distillazione del Cognac data almeno al 1622!

Distillati e liquori francesi.

Naturalmente, accanto ai blasonati distillati di vino, un posto di tutto rispetto lo detengono anche i cosiddetti Marcs: acquaviti distillate dalle vinacce, che in francese si dicono appunto “marc de raisin”, come la nostra grappa italiana. Nel caso dei Marcs è molto difficile stabilire una graduatoria di qualità che abbia un qualche senso. Infatti si può dire che ogni regione francese produce il suo Marc e, addirittura, i diversi territori presenti nella stessa regione hanno produzioni diverse (cosa che accade del resto anche con i Cognac e gli Armagnac). Avremo così un Marc de Bourgogne, un Marc de Champagne, un Marc d’Aquitaine ecc. Solo per citare i più famosi. Naturalmente i Marc più noti al grande pubblico sono quelli della Borgogna e della Champagne e non poteva essere diversamente! Mentre i Cognac, gli Armagnac e i Calvados (distillato normanno di mele o pere) vengono proposti al pubblico in bottiglie di fantasia a discrezione del produttore, i Marcs, almeno nei territori che hanno una forte tradizione vitivinicola, sono imbottigliati nelle stesse bottiglie utilizzate per il vino del territorio.

Vedi la sezione:

Acquavite francese: i Marcs dei territori.

Distillati e Liquori francesi.

Accanto a quella dei prestigiosi distillati, esiste in Francia, naturalmente, anche una grande tradizione di liquori ottenuti attraverso infusione o macerazione. Qui le etichette e le varietà sono numerosissime; alcune antichissime e blasonate, altre più recenti, ma altrettanto note, altre ancora recentissime e solo la storia ci dirà se avranno un futuro più o meno luminoso.

Dalle pagine di questo blog non sarà certo possibile fornire su tutti questi prodotti informazioni complete ed esaustive. Conto però di riuscire a realizzare un contenitore in grado di proporre una panoramica abbastanza vasta da consentire un primo approccio e, dove possibile, magari un qualche approfondimento, almeno sui prodotti della distillazione più famosi e conosciuti o, al contrario, meno noti e curiosi.

Di seguito sono elencati i nomi dei prodotti con alcune note a margine. Quelli colorati in azzurro sono link che rimandano ad una o più pagine di approfondimento.
Buona lettura.

Distillati e liquori: gli amici del commissario Maigret.

Distillati e liquori, naturalmente francesi, sono i classici amici di Maigret, ma anche di molti di noi! Il commissario riesce a consumarne quantità considerevoli, durante le sue inchieste, noi, più umanamente, ci accontentiamo di gustarli al meglio nei momenti più adatti. Maigret, che sappiamo bene essere un discreto bevitore, oltre che, naturalmente, accanito fumatore di pipa, accompagna spesso le sue inchieste al gusto particolare di un vino o di un liquore. Le grandi atmosfere dei suoi romanzi non sono solo notte e nebbia, ma anche fumo di pipa e aroma di calvados, cognac e pernod. Proprio a questi “compagni d’avventure” di Maigret, i deliziosi distillati e liquori francesi, sono idealmente dedicate queste pagine.


Distillati e liquori francesi- L’aristocrazia del bere.

vetrata medievale con cavaliere

Cognac, Calvados e Armagnc: l’aristocrazia della distillazione.

Cognac-Armagnac-Calvados anche in vacanza.

Doverosamente in primissimo piano i veri signori del regno universale dei distillati.

Vacanze tra le cantine del Cognac nella Charente!

Vacanze nella magica terra dell’Armagnac!

Vacanze nella regione del Calvados!

 

Un mondo da conoscere e un’ottima occasione per vacanze appassionanti!

I migliori, i più antichi, i più blasonati liquori del mondo.

COGNAC. Distillato di vino prodotto con uve dei vigneti della regione dello Charente. Il cognàc è un’acquavite francese tutelata da una Appellation d’origine contrôlée (AOC), ricavata dalla distillazione di vino bianco. Si produce solo nei dipartimenti della Charente e della Charente Marittima nell’ovest della Francia, ed una piccola porzione della Dordogna e del dipartimento delle Deux-Sèvres; il distillato prende il nome dalla città che tradizionalmente è stata la sede principale del suo commercio, Cognac. Leggi tutto…

ARMAGNAC. Acquavite francese, di sapore più secco e meno morbido de! Cognac, spesso distillato artigianalmente. L’armagnac è un’acquavite di vino francese a denominazione di origine controllata prodotta nella regione storica della Guascogna, suddivisa tra i dipartimenti delle Landes, del Gers, e di Lot-et-Garonne nel Sud-Ovest della Francia. Prende il nome dall’antica contea di Armagnac, il cui territorio storico corrisponde all’attuale zona di produzione. Leggi tutto…

CALVADOS. Distillato di mele o pere e di acquavite di sidro, ottenuto da una qualità di mele prodotte in Normandia. Lo schema dei nomi del calvados è stato rivisto nel 1984 e poi nel 1996. Il Pommeau, una mistella composta da succo di mela e calvados, fu riconosciuto nel 1991; si usa come aperitivo, analogamente ai prodotti simili Pineau des Charentes e Floc de Gascogne; nel 1997 è stata creata una denominazione per il Calvados Domfrontais, varietà ottenuta con il 30% di pere. Leggi tutto…

Distillati e liquori francesi- Miti, favole e leggende.

Il classico bicchiere da Cognac ed un filo di fumo che sale dalla pipa: il mito.

Il classico bicchiere da Cognac ed un filo di fumo che sale dalla pipa: il mito.

Molto importanti nel panorama della distillazione francese anche i prodotti che vengono presentati nella sezione successiva. Pur non potendo competere con i precedenti per i livelli di qualità ed intensità dell’esperienza sensoriale, hanno comunque alle spalle una storia spesso antica e sempre leggendaria.

ASSENZIO. Leggendario distillato di erbe, reso mitico dagli artisti della bohème parigina. Il liquore dei poeti maledetti e della Ville Lumière. Leggi tutto…

CHARTREUSE. Uno tra i più antichi distillati d’erbe del mondo, nato in Francia nel 1700, viene preparato in due versioni: Chartreuse gialla dal sapore amabile e Chartreuse verde più alcolico. Sono ottimi digestivi a base di numerose erbe e spezie. La chartreuse è un liquore prodotto in origine dai monaci certosini nelle cantine della certosa Grande Chartreuse, situata nelle prealpi della Chartreuse a Voiron, nel dipartimento dell’Isere nella Francia meridionale. Oggi il liquore è prodotto in una fabbrica nei pressi di Voiron, sotto la supervisione dei monaci della certosa. Leggi tutto…

CHAMBORD. Il marchio Chambord è stato fondato nel 1982. La bevanda è ispirata al liquore di lamponi prodotto nella Valle della Loira alla fine del 1600, che, si dice, sia stato introdotto alla corte di Versailles, niente popò di meno che, da Luigi XIV al ritorno da una delle sue visite al castello di Chambord. Leggi tutto…

PERNOD. E’ il fratello più secco del Pastis marsiglese. Il Pernod non è tecnicamente un pastis, anche se è spesso designato come tale, poiché contiene soltanto poca liquirizia. Il distillato deve il suo gusto alla distillazione di piante e non alla macerazione utilizzata per la produzione di pastis. Il prodotto è elaborato con essenze d’anice stellato, chiamato anche con il nome Badiane chinoise (spezia vicina all’anice). Quando si estrae viene mescolato e distillato con essenze di piante aromatiche, in una quantità uguale di menta e coriandolo.

PASTIS. Termine generico di liquore contenente una certa quantità d’essenza di anice per litro di prodotto e da liquirizia. Allungato con abbondante acqua ghiacciata: è uno degli aperitivi preferiti dai francesi.

ANISETTE. Liquore dolce dall’intenso sapore di anice; viene prodotto, oltre che in Francia, in numerosi Paesi tra i quali Italia e Spagna. L’anisetta è un liquore a base di anice verde (Pimpinella anisum) e il suo nome deriva proprio dalla pianta che ne è il principale aromatizzante. Questa varietà appartiene alla famiglia delle Apiaceae e produce semi il cui sapore è simile a quello del finocchio con un retrogusto di menta.Si ottiene dalla lavorazione dell’”aniciato” che consiste nella distillazione dell’alcool con l’aggiunta di semi di anice che cedono, attraverso il rilascio degli oli essenziali, il loro sapore. Partendo da questa base di lavorazione, con ulteriori interventi e l’aggiunta di altri ingredienti, quali lo zucchero e altri aromi naturali, si produce il liquore. Leggi tutto…

BENEDECTINE. Antico liquore nato nei 1610 nell’Abbazia di Fecamp, in Normandia, da una ricetta segreta dei frati benedettini; si è certi che nel liquore vengono aggiunte erbe, spezie e vari aromi. Nel 1863 la ricetta fu inventata da un negoziante di vini, certo Alexandre Legrand, nelle cui mani era capitato un antico documento. Il Legrand intraprese quindi la produzione di un nuovo elisir che chiamò Bénédictine e che era costituito da 27 spezie orientali e molte piante locali come l’Angelica, l’Issopo, il Ginepro, la Mirra, lo Zafferano, il Macis, le foglie di Abeti, l’Aloe, l’Arnica, la Melissa, il Tè, il Timo, il Coriandolo, i Chiodo di garofano, il Limone, la Vaniglia, le scorze d’Arancia, il Miele e la Cannella.


Trova tante informazioni, notizie e curiosità, nei tanti libri dedicati ai preziosi distillati francesi.

Ne abbiamo selezionati alcuni per te. Li trovi su Amazon e arrivano direttamente a casa tua!

Gli Spiriti nel Mondo

La vera storia (o quasi) del cognac

Dizionario dei cocktails. I termini della miscelazione moderna

Le cento migliori ricette di cocktail

L’arte di dar da pranzo, di trinciar le vivande, di presentarle ai convitati d’assaggiar’ i vini e di scegliere i liquori insegnata in 12 lezioni

Il panorama dei distillati e liquori francesi non è finito.

Eccone alcuni fra i più noti:

COINTREAU. Liquore al sapore di arancia, nasce ad Angers (Francia) nel 1849. Molto utilizzato nei cocktails, con il gelato e nella pasticceria. Cointreau è un famoso marchio francese che identifica l’omonimo liquore triple sec prodotto a Saint-Barthélemy-d’Anjou in Francia, vicino alla città di Angers, dall’azienda Rémy Cointreau.

CREME DE CASSIS. Prodotto proveniente dalla zona di Digione, utilizzato principalmente con vini bianchi e vini spumanti, ottenuto per distillazione di ribes neri. Crème de cassis è la denominazione ufficiale di un liquore rosso, dolce, ricavato dal ribes nero, detto anche Crema di cassis o Cassis de Dijon o (Crème de cassis de Dijon). È una specialità della Borgogna, tuttavia questo liquore si produce anche in altre città della Francia, così come nel Lussemburgo e nel Québec.

GRAND MARNIER. Liquore al gusto di arancio di alta qualità perché deriva dall’infusione di bucce d’arancio in finissimo cognac. Grand Marnier è un marchio di liquore creato nel 1880 a Neauphle-le-Château (dipartimento dello Yvelines in Francia) da Louis-Alexandre Marnier-Lapostolle, ora di proprietà del Gruppo Campari. Il Grand Marnier è una miscela composta da vari cognac, essenze d’arancia ed altri ingredienti. Contiene il 40% di alcool (vol.), è prodotto in molte varietà, che possono essere consumate senza ghiaccio, senza acqua o in cocktail.

CREME DE MENTHE. Liquore di color bianco o verde. La Crème de Menthe è un liquore, aromatizzato alla menta. Il suo sapore è ottenuto principalmente dalla Menta della Corsica (Mentha requienii). In commercio è disponibile in una variante incolore (chiamata “bianca”) ed una verde (il cui colore è ottenuto dalle foglie di menta oppure dall’aggiunta di colorante, nel caso soltanto l’estratto – e non le foglie – venga usato per fare il liquore). Entrambe le versioni hanno sapore simile e sono intercambiabili nelle ricette, a patto che il colore non abbia rilevanza.

NOILLY PRAT. Vermouth francese. Il Noilly Prat Bianco è il prototipo del vermouth francese asciutto, di colore giallo paglierino. Noilly Prat produce anche vermouth rosso e ambre, introdotti nel 1960 e 1980, che però sono meno noti. Il tasso alcolico del Noilly Prat Dry in volume è 18% . L’azienda Noilly Prat ha sede a Marseillan, nel dipartimento dell’Hérault nel sud della Francia, ed è una filiale di Bacardi-Martini. Joseph Noilly, un erborista, ha sviluppato la prima formula nel 1813.

CREME DE NOYAUX. Liquore francese elaborato con mandorle pressate nell’alcol in infusione. La ricetta è piuttosto semplice ed impiega i noccioli di albicocca, pesca e ciliegia per la preparazione. Nonostante questa semplicità non è certo il caso di prepararselo in casa, poiché la mandorla bianca nei noccioli contiene cianuro che si libera nell’infusione. meglio acquistare quelli prodotti industrialmente che non presentano (più) questo problema.


Sei un collezionista? Segui questo link.

Distillati e liquori francesiultima modifica: 2016-11-14T21:00:09+01:00da albatros-331

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *