Un viaggio in Francia?

Vuoi fare un viaggio in Francia?

Un viaggio in Francia: cosa serve?

the-eiffel-tower-103417_640Bene! Cosa ti serve per organizzare un bel viaggio in Francia? Beh direi che serve tutto quello che abitualmente serve per andare in qualsiasi altro posto al mondo:

  1. Un po’ di soldi
  2. Documenti in regola
  3. Un mezzo di trasporto (auto, aereo, treno)
  4. Alcune informazioni essenziali
  5. Un programma di massima sul “cosa vedere e dove”

Magari una prenotazione in albergo almeno per l’arrivo

 

Clicca questo link e trova la migliore offerta per te.

Un viaggio in Francia: prenota con Booking.com

Attraverso la famosa organizzazione Booking.com potrai trovare un’ampia scelta di alberghi a Parigi e in tutta la Francia, scegliere quello che più fa per te e prenotare direttamente.

Buon viaggio e scrivimi raccontando le tue impressioni ed esperienze. Sarò lieto di pubblicarle su questo blog.

Un viaggio in Francia: tanti appuntamenti, tutti entusiasmanti.

A partire dal 2016 e fino al 2019 sarà la figura di Leonardo da Vinci ad essere al centro di molte manifestazioni sia a Parigi che nella Valle della Loira.

Nel 2016 ricorrono i 500 anni dall’arrivo del grande genio del Rinascimento italiano in terra francese.

Molta stampa ne ha già parlato e gli addetti ai lavori garantiscono sul successo delle iniziative in programma.

Turismo, dalla Loira all’Alsazia tutta l’offerta francese.

Roma, (askanews) – Per il turismo made in France il 2016 si è aperto all’insegna del rilancio dell’offerta nel nostro paese, con un forte invito per riscoprire tutta la ricchezza e la varietà del paese transalpino.

Se Parigi, città che dopo i tragici eventi dello scorso novembre punta volitivamente a ritrovare i consueti, straordinari, flussi, grazie al rafforzamento della sua immagine e della sua sicurezza, anche nelle altre regioni francesi l’anno che si è appena aperto sarà tutto un susseguirsi di appuntamenti da non perdere, come è emerso da una accurata presentazione di Atout France, l’ufficio del turismo francese.

Sarà principalmente un anno di turismo culturale in tutta la Francia, ma con un forte accento italiano legato all’eccezionalità universale di Leonardo da Vinci.

Isabelle Scipion, responsabile comunicazione del comitato per il turismo della Valle della Loira:

“Un personaggio molto importante, in Italia, come in Francia e nella valle della Loira. E’ Leonardo da Vinci. Si celebra quest’anno il suo arrivo nella valle della Loira”.

Proprio 500 anni fa, nel 1516, Leonardo accettò infatti l’invito del sovrano, lasciando l’Italia e trasferendosi al castello di Clos Lucé, accanto al castello reale di Amboise, portando con sé alcuni dei suoi capolavori, a cominciare dalla Gioconda. Al Clos Lucé Leonardo vivrà i suoi ultimi tre anni di vita. E tra la sua dimora in Loira e il castello reale di Amboise, dov’è la sua tomba, si celebra a 360 gradi la presenza leonardesca, che di fatto ha rappresentato l’arrivo in una Francia ancora dal volto medioevale del pensiero rinascimentale.

Rimanendo nell’ambito dell’arte, ecco poi la Normandia, culla dell’Impressionismo.

Cambiando territorio: musei e collezioni prestigiose, l’unico ristorante italiano nella Guida Michelin Francia (con 2 stelle), natura, stoffe, ed il più alto edificio protestante di Francia, sono alcuni dei tesori inaspettati che fanno di Mulhouse (per saperne di più).una meta da non perdere insieme a tutta la sua regione, l’Alsazia.

Anche Nantes è da scoprire lungo un percorso artistico unico in Francia, insieme ovviamente alle città simbolo della Costa Azzurra e della Provenza (con l’isola di Porquerolles così amata da Simenon), alla Normandia e alla Corsica.

Inoltre nel 2016 è lo sport che diventa occasione di cultura, in Francia, con il leggendario Tour de France che quest’anno prende l’avvio da un luogo unico, Mont Saint Michel, tornato “in balia delle maree” come nel Medioevo. Poi Euro 2016, non solo evento imperdibile per i tifosi di calcio, ma un invito a scoprire l’arte di vivere delle 10 città dove si svolgeranno gli incontri.

Nuove proposte anche su come arrivare in Francia, con Air France che propone un percorso rapido in aeroporto, una nuova poltrona rivestita in pelle, nuove attenzioni culinarie, un’offerta più flessibile con tariffe mini anche per i viaggi di lavoro.

Per le partenze è coperto l’intero stivale. Come conferma Gianluca Andolfi, responsabile ufficio stampa e comunicazione interna di Air France-KLM:

“Si vola da 9 città italiane, da Torino fino a Napoli. Ma Air France non è solo Air France-KLM, è anche Transavia e quindi altri 9 aeroporti soprattutto al centro sud Italia sono collegati a Parigi e all’Olanda con la nostra compagnia low cost Transavia”.

Insomma tanta Francia per un mercato italiano che si consolida come il principale bacino turistico francese in Europa. Frederic Meyer, direttore di Atout France in Italia:

“Il mercato italiano è molto importante per la Francia, innanzitutto perché i francesi amano i turisti ed i visitatori italiani. A Parigi, nel sud e in tutto il resto del Paese i turisti italiani sono apprezzati perché si interessano alla vita, alla cultura, alla gastronomia, proprio come fanno i francesi. Ed in termini di numeri parliamo di 7,5 milioni di italiani arrivati in Francia nel 2014, è il primo mercato assoluto e la Francia per gli italiani è la prima destinazione in Europa”.

Clicca questo link e trova la migliore offerta per te.

Tanti viaggi da fare o da sognare…

Un viaggio in Francia?ultima modifica: 2016-01-13T14:59:07+00:00da albatros-331

Lascia un commento